Mascherine

keyboard_arrow_down

4 elementi

Le mascherine chirurgiche sono un dispositivo medico

Le mascherine chirurgiche sono un dispositivo medico e non vanno confuse con i filtranti facciali, più noti come mascherine ffp3 e altre, che fanno parte dei dispositivi di protezione individuale. La capacità filtrante di una mascherina chirurgica impedisce il passaggio degli agenti patogeni presenti nella nostra saliva verso l’esterno grazie ad una costruzione studiata appositamente, ma non garantisce la stessa efficacia protettiva verso l’interno. Per questo motivo non è indicata come dpi. La peculiarità della mascherina chirurgica risiede dunque nell’elevata efficacia protettiva dall’indossatore verso l’esterno, e questo la rende particolarmente adatta in ambito medicale.
Grazie ad una struttura a triplo velo di tnt (tessuto non tessuto) con microfibre dal diametro di pochi micron è possibile garantire la sicurezza dei pazienti in situazioni delicate come operazioni o visite. I principali utilizzatori di mascherine chirurgiche sono, appunto, i chirurghi, per i quali l’utilizzo di questo dispositivo medico è obbligatorio per legge nell’esercizio di un’operazione ad un paziente. Probabilmente però la prima volta che abbiamo visto una mascherina chirurgica è quando siamo andati dal dentista la prima volta, da bambini. Quante volte ci siamo chiesti che espressione avesse il nostro dentista dietro la sua mascherina?

Pur essendo un dispositivo medico monouso, e quindi standard, oggigiorno si possono trovare mascherine chirurgiche colorate con relativa facilità, soprattutto online. Perché non sbizzarrirsi con un tocco di colore e indossare mascherine chirurgiche rosa al posto di quelle classiche? Per chi invece preferisce colori decisamente meno sgargianti non possono mancare le mascherine chirurgiche nere, un po’ più cupe ma sempre impattanti.